Logo Regione Marche


QUESTO SITO NON E' PIU' CURATO. ANDARE SU WWW.ASURZONA3.MARCHE.IT
- Il confronto

Il confronto

e criticità e le specificità

L’assenza di trattamenti di disinfezione nelle acque minerali richiede una serie di precauzioni e l’uso di appropriate tecnologie, per la captazione, per il trasporto e per l’imbottigliamento, al fine di garantire la protezione da qualsiasi contaminazione esterna. Le caratteristiche di qualità di queste acque derivano, oltre che dalla composizione, in particolare dall’essere batteriologicamente pure all’origine, dalla gradevolezza e dalla garanzia dell’assenza di prodotti secondari della

disinfezione. Queste sono peculiarità che giustificano spesso la preferenza per le acque minerali.
Se da un lato le tubature possono determinare una serie di inconvenienti nell'acqua di rubinetto, dall'altro le bottiglie in plastica possono rilasciare, se conservate in condizioni non idonee, alcune sostanze chimiche tossiche o indesiderabili presenti nei polimeri plastici. La scritta riportata ad esempio sulle confezioni di acqua minerale, "tenere al riparo dalla luce solare e dalle fonti di calore", serve, per l'appunto, ad impedire alterazioni delle materie plastiche e ad evitare il pericolo di contaminazione. Ovviamente tale problematica non  riguarda le bottiglie di vetro.


Il contenuto di sali minerali è molto variabile per entrambi i tipi di acqua anche se, in generale, le acque minerali presenti in commercio sono così numerose da offrire una gamma di tipologie più ampia. Ad onor del vero molte acque minerali hanno caratteristiche qualitative sovrapponibili, la notevole differenza di prezzo che le separa è spesso dovuta alla copertura delle spese di marketing.


Da non sottovalutare, infine, l’aspetto economico, che gioca nettamente a favore del consumo di acqua dal rubinetto di casa.

 

 

 


precedentesuccessiva

' '