CURA

 

Qualsiasi intervento di tipo clinico-terapeutico è necessariamente preceduto da interventi diagnostici che si articolano in:
 §        
esame clinico ;
 §        
accertamenti laboratoristici e strumentali;
 §        
richieste di consulenze specialistiche.
Gli interventi sono stati finalizzati sia al superamento della dipendenza dalle sostanze, sia al complessivo miglioramento psico-fisico della salute del soggetto.
La cura, quindi, passa attraverso varie fasi volte alla disintossicazione psico-fisica dalla sostanza di dipendenza:

 a)
  superamento della crisi di astinenza mediante terapie sostitutive e/o sintomatiche, da effettuarsi  ambulatorialmente o a   domicilio o con ricoveri ospedalieri;
 b)
   mantenimento dello stato drug-free e di prevenzione alle ricadute, mediante somministrazione di farmaci antagonisti degli oppiacei ;
 c)
  riduzione del danno, per soggetti selezionati in base alla grave situazione  sanitaria o personale-familiare mediante la somministrazione di farmaci sostitutivi a mantenimento;
 d)    
eventuali  terapie farmacologiche diversificate connesse alle patologie correlate allo stato di tossicodipendenza;
 e)       
monitoraggio dello stato clinico complessivo dell'utenza.
  Si sottolinea inoltre che la prima fase volta alla disintossicazione fisica dalla sostanza,  è considerata come premessa al trattamento in quanto il ricorso ai farmaci non esaurisce la gamma degli interventi curativi, ma prevede:

 f)       profilassi delle patologie correlate all'abuso di sostanze psicotrope o stupefacenti;

 g)      adeguate forme di assistenza alle gestanti tossicodipendenti o alcooldipendenti;

 h)   assistenza e counseling per i pazienti  con infezione HIV  asintomatici ed effettuazione di trattamenti nei casi di progressione della malattia. 

Si ritiene fondamentale precisare che, connessi agli accertamenti sanitari sopra esposti, anche per un' utenza non strettamente dipendente da sostanze stupefacenti classiche ma riguardante la più vasta area del disagio, vi sono altri tipi di prestazioni che definiscono il “processo terapeutico” o come noi preferiamo chiamarlo “il cammino terapeutico” :

a)      consulenze e psicodiagnosi;

c)          sostegno psicologico al soggetto, ai genitori e ai familiari in genere;

d)         interventi psicoterapeutici, individuali e di gruppo;

e)          interventi socio-riabilitativi.